Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Per maggiori informazioni, clicca qui.
Foto di Peter Tscherkassky
Foto di Peter Tscherkassky

Peter Tscherkassky

“I refer to my work as being cinematographic poetry and that’s why I love that layering, those superimpositions, right from the beginning of my filmic work.”

Disponibile per la visione

Mostra tutto (9)

    OUTER SPACE

    Peter Tscherkassky Austria, 1999

    Il maestro austriaco delle immagini ritrovate rimaneggia con abilità alcune sequenze dell’horror The Entity per realizzare questa analisi tattile e immersiva dello spazio cinematografico, composta da un turbinio di schegge e frammenti audiovisivi che distrugge squisitamente le norme narrative.

    Maggiori informazioni

    DREAM WORK

    Peter Tscherkassky Austria, 2001

    Una delle grandi voci del cinema d’avanguardia, Tscherkassky è devoto al potenziale sensoriale e tattile della celluloide, di cui è determinato a rivelare l’artificio. Il regista lavora la pellicola a mano, manipolando le immagini preesistenti per catturare i sogni febbrili del surrealismo.

    TRAIN AGAIN

    Peter Tscherkassky Austria, 2021

    Al ritmo dello sferragliare dei treni e dello scorrere della pellicola perforata, l’ultimo film del maestro austriaco è un omaggio frenetico e impetuoso alla lunga storia d’amore tra ferrovie e cinema. Salite a bordo per un viaggio fantasmagorico nella meccanica dell’immagine in movimento!

    HD
    Maggiori informazioni

    INSTRUCTIONS FOR A LIGHT AND SOUND MACHINE

    Peter Tscherkassky Austria, 2005

    Using painstakingly artisanal methods, the Austrian avant-gardist turns Sergio Leone’s The Good, the Bad and the Ugly into a black-and-white celluloid spectacular: his “attempt to transform a Roman Western into a Greek tragedy.” A vividly reactive and highly combustible CinemaScope short.

    MANUFRAKTUR

    Peter Tscherkassky Austria, 1985

    Manufraktur esplora la tensione tra un’immagine e la pellicola su cui viene catturata in una giocosa interrogazione sulla materialità cinematografica. La fascinazione architetturale del regista d’avanguardia spicca attraverso le manipolazioni temporali, materiali e audio del film.

Direttore/Direttrice della fotografia

Sceneggiatore/Sceneggiatrice

Montatore/Montatrice

Interprete

Suono

Se stesso/a